Tu sei qui

AUGURI DI NATALE

Contenuto in: 

Auguri di buon NataleL’augurio sta in una domanda (perché Gesù è nato?) che vorrebbe provocare un pensiero sul senso e sul significato del Natale.
La risposta a questo interrogativo, ci auguriamo sia una “buona notizia” per ogni uomo.
Per questo la proposta lavora sul tema del cielo stellato… ma lascia che questo cielo si sveli solo sul retro, come una pista su cui provare a rintracciare una risposta alla domanda posta su fronte.

Il fronte – su cui è riportata la domanda - non è immediatamente chiaro; appare come una macchia di colore, vagamente si intuisce qualcosa, ma è tutto ancora nebuloso… è la condizione di chi si pone domande, di chi si mette in ricerca. Da una parte il lettering della domanda si rifà al mondo scientifico, squadrato senza fronzoli, diretto; e la forma ad arco richiama la curvatura terrestre e comunica dinamismo, perché lo stesso ingresso di Gesù nella storia è un dinamismo.

Il retro svela il fronte, costituendo una prima pista di ricerca: si rivela un cielo stellato, dove tutto ruota in armonia, tutto ha un senso e un centro; quella che prima era solo una macchia nera ora prende la forma di un albero, perché è il virgulto che spunta dal tronco di Iesse (secondo la profezia di Isaia), colui che è il vero Albero della Vita che si manifesterà nell’Albero della Croce.
La domanda non trova risposta immediata, resta solo una sfumatura: Jesus born? Al suo posto si ha un annuncio di vicinanza e gioia con le parole di don Primo Mazzolari.

È tutto questo dinamismo che l’Ufficio augura in questo santo Natale a ciascuno di noi che è impegnato nel mondo della scuola e dell’università, perché recuperiamo sempre quella voglia di ricercare un Bimbo più grande e perché sappiamo sempre accompagnare tutti coloro che ci sono stati affidati ad una maggior conoscenza e competenza sulla Vita e della Vita.

Auguri

Tags: